RICERCA FINANZA di Massimo Intropido - Sito ufficiale


Vai ai contenuti

Riflessioni ed approfondimenti di ANALISI TECNICA

Analisi Tecnica

Riflessioni ed
approfondimenti di
ANALISI TECNICA

Durante le crisi è la psicologia
a fare la differenza



Cari Lettori,

in questi giorni di altissima volatilità sui mercati finanziari l'importanza dell'aspetto psicologico del trading e dell'investimento diventa assai facile da comprendere, soprattutto quando sono notizie molto negative a scatenare i movimenti di prezzo degli strumenti finanziari.

I segnali che giungono dall'analisi tecnica sono fin troppo chiari eppure, per molti risparmiatori ed investitori diventa piuttosto difficile inseguirli perchè distratti da un'emotività eccessiva.

ll problema principale, di chi possiede un portafoglio di titoli azionari ed osserva un segnale ribassista sull'indice di Borsa, è di percepire la sensazione che il valore di tutti i suoi titoli sia a rischio.

Quindi, aprire una nuova operazione ribassista senza prima aver venduto i titoli che si possiedono può non essere sufficiente né a produrre utili, né ad evitare perdite. Ma a quel punto ci si imbatte nel problema di vendere in perdita, cosa talmente spiacevole che induce spesso molti risparmiatori a tergiversare eccessivamente, alimentando ulteriormente la perdita.

Si tratta di un problema ben noto ai cosiddetti "cassettisti", ma che, esperienza alla mano, affligge anche quanti iniziano a fare trading. E se a quest'ultimi si chiede di elencare le maggiori difficoltà operative incontrate , la maggior parte di loro non risponderanno la comprensione e l'utilizzo dell'analisi tecnica, bensì la difficoltà nell'effettuare operazioni al ribasso.

Una parte di queste persone si tiene lontana dall'operatività "short" perché non la comprende del tutto (in particolare fatica ad accettare l'idea di utilizzare il prestito titoli), un'altra parte, la più numerosa, fatica ad impostare operazioni "short" perché contrari in buona sostanza a "scommettere contro sé stessi".

In altre parole, se imposto un'operazione al ribasso, significa che sono convinto che i prezzi scenderanno, ma se contemporaneamente detengo dei titoli e rifiuto di venderli, posso facilmente immaginare che subirò delle perdite su quei titoli.

Ma questo, lungi dallo spingere a liquidare le proprie operazioni rialziste, finisce con l'inibire l'operatività ribassista. Com'è facilmente comprensibile,tutto ciò rappresenta un'ulteriore fonte di perdita, sotto forma di mancato guadagno.

Un altro fattore decisamente negativo a livello psicologico, molto spesso di ostacolo al trading, è di incappare in una sequenza di "stop loss" consecutivi.

Quando si arriva a sbagliare più di tre operazioni consecutive, soprattutto agli inizi della propria carriera, si viene quantomeno presi dal timore di non aver capito le dinamiche del mercato e, di conseguenza, dell'attività speculativa.

Eppure i trading system dimostrano che è possibile subire anche 10 o più stop loss consecutivi utilizzando una strategia che poi produce profitti interessanti.

E' noto che ogni operazione di trading produce effetti psicologici, dunque ogni profitto aumenta l'autostima dello speculatore e ogni perdita la intacca, quindi subire cinque o sei perdite consecutive, anche se piccole, può comportare un grosso peso psicologico.

In questo caso, la paura di perdere comporta l'inibizione al trading e può arrivare non a causa di quanto fatto (per esempio: assumere e mantenere posizioni rialziste in uno scenario ribassista), ma dalla paura di continuare a "sbagliare", a commettere errori anche in futuro.

Ho virgolettato il termine sbagliare perché il più delle volte gli stop loss si subiscono non per errore, ma per normali movimenti di mercato, cioè per il fatto che i prezzi hanno mostrato un andamento compatibile con un cambio di tendenza senza che quest'ultimo sia poi avvenuto.

Però spesso si tende ad interpretare l'indeterminatezza della tendenza come una propria incapacità di prevedere il futuro (attività umanamente impossibile).

Una serie di perdite ripetute, di per sé non è eliminabile. Si deve quindi imparare a sopportarle anche se, a volte, è come fare violenza contro se stessi.

Quando ci si trova in difficoltà non si è assaliti solo dalla paura, ma anche dall'insofferenza nei confronti dell'avversità stessa e si vorrebbe che la situazione negativa finisse il prima possibile. Ecco perché molte piccole perdite possono produrre lo stesso stress e la stessa ansia di un'unica grande perdita. Una serie di perdite consecutive può produrre uno stress abbastanza duraturo da intaccare la fiducia nelle proprie capacità operative per molto tempo.

In questi casi, dato che la sequenza di falsi segnali è inevitabile, occorre saper osservare obiettivamente il mercato. Occorre, cioè, rendersi conto in fretta dei motivi per cui i segnali tecnici sono così inaffidabili.

Nell'esempio sotto riportato,l'andamento del prezzo ha oscillazioni poco significative rispetto alla sensibilità degli strumenti che stiamo utilizzando (per esempio: la media mobile segnalata da un'onda grigia quasi piatta non essendo alcun trend ben determinato)

Un titolo con una serie di oscillazioni cicliche di prezzo nell'ordine di un 3-5%, può essere utile solo nel caso in cui si effettui un trading veloce, mentre può determinare falsi segnali per chi segue strategie di medio-lungo periodo (come ad esempio l'utilizzo di una media mobile a 100 giorni)con lo scopo di conseguire profitti del 10-20%.






In tal caso è necessario riconoscere l'inadeguatezza della strategia adottata, non adatta a raccogliere profitti in una simile fase di mercato, perché concepita per conseguirne in un altro scenario di mercato.

A questo punto, chi è maggiormente ansioso di conseguire risultati positivi, o più semplicemente di non imbattersi in perdite, potrebbe tentare un cambio di strategia e, per esempio, accontentarsi di piccoli profitti.

Ma questa soluzione comporta spesso più problemi di quanto si pensi, non è detto infatti che la nuova strategia adottata si riveli tutt'altro che infallibile. Se anche il nuovo metodo generasse qualche perdita, la possibilità di perdere fiducia in sé stessi aumenterebbe in modo esponenziale.

Molte persone che hanno abbandonato il trading dopo un periodo di insuccessi, raccontano di aver cambiato diversi metodi prima di arrendersi definitivamente e quasi certamente, nessuno di loro ha compreso che l'errore non è risolvibile variando metodo.

E' la mancata comprensione della natura aleatoria dell'attività di trading uno dei fondamenti dell'insuccesso.

Un equilibrio nella gestione del proprio portafoglio e nell'interpretazione dell'andamento dei mercati finanziari sono sempre importanti, ma lo diventano ancor più in momenti in cui domina l'emotività.

L'equilibrio in sé è necessario in tutti gli ambiti della vita umana, specie quando si viene sottoposti a forti pressioni emotive.
In questo senso si può dire che l'investimento ed il trading siano delle ottime palestre di vita.







Massimo Intropido
















Copyright © 2008-2011 Ricerca Finanza. Riproduzione riservata.
Si ricorda che tutti i contenuti di questa pagina sono protetti da copyright. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza l'autorizzazione scritta di Ricerca Finanza e dell'Autore.

Corso di trading, corso di forex, corso per investire in azioni, Massimo Intropido, ricerca finanza, report finanziari, corsi di trading, consulenza finanziaria, trading online, class cnbc, Report finanziario, Massimo Intropido, ricercafinanza, ricerca e finanza, corsi di trading, tradingonline, consulenza finanziaria, investimento obbligazionario, investimento azionario, etf, materie prime, valute, forex, ricercafinanza.it, ricercafinanza.com, ricercaefinanza.it, indici azionari, derivati, itf rimini massimo intropido, ricerca finanza, ricercaefinanza.it, corso di trading, corsi di trading online, i migliori corsi di trading online, fiat, ftse mib, generali, mf finanza, dow jones, unicredit, intesa sanpaolo, quotazioni azioni, mercati finanziari, ricerca finanza, massimo intropido, massimo intropido,massimo intropido, massimo intropido, massimo intropido, corso di trading, trading online, forex, forex, usd eur, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, corso di trading, ricerca finanza, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, angela antetomaso, marina valerio, mariangela pira, marco gaiazzi, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, massimo intropido, tv finanziaria, analisi tecnica, bande di bollinger, stocastico, macd, indicatori, rsi, medie mobili, resistenze, supporti, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, macd,

Home page | Chi siamo | Corsi | Report | Consulenza | Video | Analisi Tecnica | Borsa Italiana | I Libri di Massimo Intropido | Contatti | Privacy Policy Cookie Policy Terms of use | Mappa del sito

RICERCA FINANZA by ARCHEKONOMIA sas - P.IVA 09374040963 - Copyright 2008/2017 by Archekonomia sas - All rights reserved - Aggiornamento al 24 mag 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu