RICERCA FINANZA di Massimo Intropido - Sito ufficiale


Vai ai contenuti

Riflessioni ed approfondimenti di ANALISI TECNICA

Analisi Tecnica

Riflessioni ed
approfondimenti di
ANALISI TECNICA

IL CARATTERE DEI PREZZI


Il riconoscimento del carattere del movimento di prezzo aiuta a prendere le decisioni giuste quando lo scenario muta rapidamente.


Cari Lettori,

dopo una serie di articoli in cui ho approfondito i dettagli che rendono valido l'utilizzo dell'analisi tecnica, in questo desidero fornire delle utili indicazioni per cogliere le positive sorprese che l'anno in corso potrebbe riservare, nonostante i problemi ancora insoluti della finanza mondiale. E proprio per tale motivo, è possibile che si verifichino nuovamente dei movimenti di prezzo dalle caratteristiche estremamente singolari.

Non sono molti i testi di analisi tecnica in cui si affronta il problema della
tipologia del movimento di prezzo. E' un'argomento molto meno "stilistico" di quanto possa sembrare e costituisce un importantissimo bagaglio di conoscenze che il bravo analista tecnico non può ignorare.

Cosa si intende per tipologia di movimento di prezzo?
E perché è così importante studiare tale aspetto, se già ci si è sforzati per mettere a punto degli strumenti analitici di valore?

Andiamo per ordine ed iniziamo lo studio di quello che possiamo definire il
carattere del prezzo.
Partiamo direttamente da un esempio grafico, poiché semplificherà molto la comprensione.






Nel caso "A" osserviamo un tipico
shock di prezzo.
In questo caso si tratta di una caduta, ma vale anche al contrario qualora si verifica un movimento repentino al rialzo.

Si nota un'improvvisa accelerazione del prezzo, cioè un aumento della
volatilità, unito ad una direzionalità molto precisa. Movimenti di prezzo di questo genere non sono a lungo sostenibili, poiché implicano rendimenti che, se proiettati su lunghi periodi di tempo, sono impossibili da sostenere. Pertanto, lo sviluppo più probabile di un movimento del genere è la sua correzione e, sempre nel grafico, notiamo che essa avviene con una volatilità progressivamente decrescente.

Che cosa implica un riassorbimento del genere, dal punto di vista dello scenario globale? Uno shock di prezzo ha quasi sempre come background una notizia più o meno giustificativa del movimento in quella direzione (ad esempio, potrebbe trattarsi di un taglio del giudizio su una società di cui il grafico rappresenta l'andamento del titolo). Quando però il movimento si allunga molto, significa che il prezzo espresso dal mercato sta andando oltre una valutazione di tipo fondamentale. Può capitare per motivi puramente speculativi, a volte per l'impossibilità d'effettuare con ragionevole precisione una nuova valutazione di tipo fondamentale, spesso per entrambi i motivi.

Ad un certo punto (quasi sempre impossibile da prevedere) inizia la correzione, ovvero il movimento contrario rispetto al precedente. Di nuovo il mercato fronteggia i problemi visti in precedenza, cioè un atteggiamento fortemente speculativo e/o l'impossibilità di determinare un nuovo valore fondamentale sufficientemente preciso, quindi in questa situazione il mercato guarda solo sé stesso e diventa estremamente riflessivo (per dirla come George Soros), cioè il movimento di prezzo è giustificato da… sé stesso. Si acquista semplicemente perché si suppone che il prezzo possa salire e si mantengono aperte le posizioni fin tanto che il movimento permane. Ogni considerazione di carattere fondamentale viene temporaneamente accantonata.

Naturalmente la situazione iniziale è stata perturbata e dunque non è affatto detto che venga ricostituita. Alcune posizioni nei portafogli degli investitori più importanti possono essere state modificate e ciò potrebbe avere conseguenze sull'andamento futuro del prezzo di questa attività finanziaria. Tuttavia il riassorbimento degli eccessi appare ben evidente.

Nel caso "B", invece, dopo il medesimo shock iniziale e dopo una necessaria pausa di consolidamento, la tendenza tende a riprendere. Si crea una tipica configurazione "
a gradini" che testimonia come il mercato non riesca ad esprimere un incremento di prezzo regolare, ma si muova a strappi, che poi saranno riassorbiti. Tale andamento a "stop and go" denota una tendenza sempre rischiosa e non tanto perché il movimento direzionale complessivo può essere ingente, ma piuttosto perché avviene a strappi e nello stesso modo può verificarsi la correzione in senso opposto.

Questo modo di procedere è ben visibile sul Forex, poiché il volume delle transazioni va ben oltre ciò che necessiterebbe per equilibrare i flussi dell'interscambio mondiale di beni/servizi ed attività finanziarie. Molte delle transazioni concluse su quel circuito sono esclusivamente speculative, quindi del tutto sganciate dalle logiche di carattere fondamentale.

Nel quadro "C" notiamo una tendenza all'inizio apparentemente tranquilla, ma che successivamente assume caratteri meno usuali e molto più patologici, cioè la sua velocità (volatilità) diventa eccessiva. Ciò accade spesso sul mercato azionario quando l'andamento positivo di un titolo viene notato da un numero sempre maggiore di investitori. Il movimento, inizialmente prudente ed ancora legato ai fondamentali, diventa via via sempre più speculativo ed emotivo. Ancora una volta, in questa seconda fase del trend, la giustificazione del movimento è... il movimento stesso, per cui è probabile una sua inversione in maniera violenta.

Ciò significa che ogni movimento di prezzo caratterizzato da un rapido aumento di volatilità sia totalmente slegato da considerazioni di analisi fondamentale? Assolutamente no! Si pensi al caso dell'annuncio di un'opa. Ma, se un'esplosione di volatilità può avere una giustificazione di tipo aziendale o macroeconomica, qualora avvenga in mancanza di palese motivo è da considerarsi particolarmente rischiosa.

Lo studio del carattere del movimento di prezzo si rivela ancor più utile quando gli strumenti dell'analisi tecnica incontrano i limiti legati alla loro stessa natura. Mi riferisco alle fasi contrassegnate da un'aumento repentino della volatilità dei prezzi, quando i mezzi messi a disposizione dall'analisi tecnica (trendline, medie mobili, indicatori ed oscillatori) per un certo numero di periodi vengono spiazzati dall'improvvisa accelerazione e forniscono segnali quasi del tutto inutili al trading.
Un'esempio pratico è dato quando un titolo apre una seduta con un gap di prezzo del 3%, dopo che la volatilità complessiva della seduta precedente (ovvero il range tra il massimo ed il minimo di quella seduta) è stato inferiore (ad esempio) al 2%.

In questa fattispecie, gli indicatori e gli oscillatori mostrano valori anomali, mentre trendline e medie mobili funzionano male da supporti resistenze, essendo il prezzo in veloce allontamento da esse. A quel punto diviene utile leggere le ultimissime barre di prezzo e gestire le proprie operazioni in base all'andamento dei valori più recenti, in cui riconoscere una delle tre situazioni prima illustrate.

Tutto ciò rivela l'importanza dello studio del comportamento di prezzo e di quanto sia valida la sua integrazione ai classici strumenti d'analisi tecnica per attuare un'efficace strategia di trading.









Massimo Intropido
















Copyright © 2008-2011 Ricerca Finanza. Riproduzione riservata.
Si ricorda che tutti i contenuti di questa pagina sono protetti da copyright. La riproduzione totale o parziale, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita senza l'autorizzazione scritta di Ricerca Finanza e dell'Autore.

Corso di trading, corso di forex, corso per investire in azioni, Massimo Intropido, ricerca finanza, report finanziari, corsi di trading, consulenza finanziaria, trading online, class cnbc, Report finanziario, Massimo Intropido, ricercafinanza, ricerca e finanza, corsi di trading, tradingonline, consulenza finanziaria, investimento obbligazionario, investimento azionario, etf, materie prime, valute, forex, ricercafinanza.it, ricercafinanza.com, ricercaefinanza.it, indici azionari, derivati, itf rimini massimo intropido, ricerca finanza, ricercaefinanza.it, corso di trading, corsi di trading online, i migliori corsi di trading online, fiat, ftse mib, generali, mf finanza, dow jones, unicredit, intesa sanpaolo, quotazioni azioni, mercati finanziari, ricerca finanza, massimo intropido, massimo intropido,massimo intropido, massimo intropido, massimo intropido, corso di trading, trading online, forex, forex, usd eur, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, trading online, corso di trading, ricerca finanza, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, corso di trading, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, ricerca e finanza, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, consulenza finanziaria, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, angela antetomaso, marina valerio, mariangela pira, marco gaiazzi, class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf,class cnbc, mf finanza, trading room, analisi tecnica, analisi fondamentale, grafici di borsa, trendline, indici finanziari, etf, massimo intropido, tv finanziaria, analisi tecnica, bande di bollinger, stocastico, macd, indicatori, rsi, medie mobili, resistenze, supporti, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, analisi tecnica, bande di bollinger, macd,

Home page | Chi siamo | Corsi | Report | Consulenza | Video | Analisi Tecnica | Borsa Italiana | I Libri di Massimo Intropido | Contatti | Privacy Policy Cookie Policy Terms of use | Mappa del sito

RICERCA FINANZA by ARCHEKONOMIA sas - P.IVA 09374040963 - Copyright 2008/2017 by Archekonomia sas - All rights reserved - Aggiornamento al 24 mag 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu